PATOLOGIE INVERNALI E DA RAFFREDDAMENTO

E quando ci ammaliamo?





Come combattere sintomi di febbre, raffreddore, mal di gola e tosse?

Febbre: intanto è bene ricordare che la febbre spesso è espressione di un valido meccanismo di difesa del nostro Sistema immunitario, pertanto abbassare o far scomparire del tutto la febbre con antipiretici non vuol dire Guarigione. E’ necessario idratare bene, offrendo spesso acqua al bambino, la temperatura della stanza non deve superare i 20°C.

Ci sono alcuni rimedi naturali che possiamo utilizzare in caso di febbre.

Fitoterapia:

Ribes nigrum M.G. 1 DH gocce (Ribes nero), (ne ho già parlato a proposito della prevenzione), si può utilizzare anche durante la febbre, somministrando per 2-3 volte al giorno;

Alnus glutinosa M.G. 1 DH gocce (Ontano nero), indicato nei processi febbrili per le sue proprietà antinfiammatorie delle mucose e azione anticatarrale;

Betula pubescens M.G. 1DH gocce (Betulla), la gemma di Betulla utile nelle infezioni recidivanti delle vie aeree e nei processi febbrili.

Si possono utilizzare anche tutti e tre i gemmoterapici, alternandoli durante il giorno anche ogni 2 ore e la terapia verrà diradata in base al miglioramento.

Omeopatia:

BELLADONNA :

Il malato è molto congestionato, soprattutto a livello della testa che è rossa e coperta di sudore.

La febbre è alta, ad esordio brusco, a volte oscillante, ma sicuramente alta, oltre i 38,5°; Le mucose sono secche, specialmente quelle della gola che è arrossata, dolorante soprattutto durante la deglutizione. Il bambino si presenta abbattuto o al contrario agitato, delirante, persino può presentare convulsioni, viene disturbato dal rumore, dalla luce (desidera stare al buio o con le luci soffuse), non vuole essere tanto toccato, è ipersensibile alle correnti d'aria. Benché abbia la febbre, è freddoloso e vuole restare in una camera calda con finestre e porte chiuse.

Aconitum Napellus :

Questo medicinale è indicato in caso di febbre brutale, elevata (38,5- 39° e oltre) che inizia spesso con brividi, verso mezza-notte, specie dopo esposizione a freddo, intenso e secco. La pelle è rossa, secca, senza sudorazione. Il bambino è agitato, ansioso, inquieto, si muove tanto; ha sete di grandi quantità di acqua fredda.

Bryonia:

Questo medicinale corrisponde a stati febbrili continui, con febbre ad inizio non tanto alta, ma progressivamente aumenta e che poi si mantiene costante e alta; presenta grande secchezza delle mucose (mal di gola e spesso anche tosse secca insistente) che dà origine a una sete intensa per grandi quantità d'acqua fredda e gusto amaro in bocca. Tutti i sintomi del malato (cefalea, tosse, indolenzimento, eccetera) sono aggravati dal minimo e ciò obbliga a restare a letto, immobile ed a comprimersi la parete toracica al momento dell’accesso di tosse che è secca e dolorosa.

Ferrum phosphoricum :

La febbre ha un esordio più graduale, può iniziare non tanto alta, sui 37,5 e comunque non superare i 38.5°. Il malato è molto meno stenico (si presenta stanco) rispetto ai casi precedenti. La pelle è umidiccia, senza abbondante sudorazione. Il bambino mostra alternanza di pallore e rossore del viso e può presentare fenomeni congestizi circoscritti (otiti) o emorragiche ( epistassi), tosse secca frequente.

RAFFREDDORE:

I sintomi sono fastidiosi: naso chiuso e arrossato, starnuti, rinorrea (secrezione nasale che può essere chiara o densa giallo-verdastra, irritante), lacrimazione.

Per liberare il naso possono essere fatti suffumigi con acqua e bicarbonato oppure con piante ad attività decongestionante e antiflogistica (Camomilla, Elicriso, Eucalipto).

Se sono presenti mal di gola e raucedine potranno essere consigliati spruzzi a base di Propoli, Piantaggine ed Echinacea. L’infuso mielato di Erisimo (Erysimum officinale) può essere impiegato, anche per gargarismi (se il bambino è in grado di farli), in caso di afonia (Infuso: 6 gr per tazza di acqua bollente, lasciare in infusione per 20 minuti, addolcire con miele).

Sul naso infiammato e arrossato può essere applicata una crema alla Calendula oppure Olio di Iperico o Camomilla. Possono essere utilizzate miscele di olii essenziali per rendere balsamica l’aria di casa.

Omeopatia:

Rimedi per naso chiuso:

Ammonium carbonicum: raffreddore con ostruzione nasale soprattutto di notte, senso di soffocamento che obbliga a respirare a bocca aperta; spesso presenza anche di tosse irritante, verso le tre del mattino, dovuta all’accumulo di secrezioni catarrali, difficili da espettorare.

Sticta Pulmonaria :

Sensazione di ostruzione dolorosa e pesantezza alla radice del naso, bisogno continuo di soffiarsi il naso ma senza risultato; spesso tosse secca irritante, continua, soprattutto notturna;

Rimedi per naso colante chiaro:

Allium Cepa : raffreddore con numerosi starnuti, seguiti da muco acquoso trasparente e abbondante, che cade goccia a goccia, brucia e provoca irritazione, arrossamento del labbro superiore e dei contorni delle narici; si accompagna spesso ad una secrezione oculare (lacrimazione oculare) non particolarmente irritante e tosse rauca, spasmodica.

Nux vomica: raffreddore caratterizzato da numerosi starnuti soprattutto al risveglio ma anche durante la giornata, prurito alle narici del naso, il naso è chiuso di notte.

Rimedi per naso colante giallo- denso:

Kalium bichromicum: il raffreddore si presenta con muco denso, vischioso, giallo o giallo-verdastro, talvolta sanguinolento (per rottura di piccoli capillari) appiccicoso che può formare croste aderenti; la tosse spesso è violenta e peggiora di sera e con l’aria fresca.

Kalium iodatum: in questo caso il naso si presenta molto più arrossato di prima e gonfio, anche con un senso di costrizione alla radice del naso (come nel caso di una sinusite), lo scolo dal naso è bruciante, abbondante acquoso o proprio con secrezione mucopurulenta, il tutto accompagnato da starnuti o lacrimazione.

E se abbiamo mal di gola, dolore alla deglutizione o tosse, secca, con catarro, mista, insistente, spasmodica?

Segue…

257 visualizzazioni

© 2023 by MariaMaranò, Ph.D. Proudly created by Bshopping   privacy policy