OZONOTERAPIA……risorsa fondamentale in medicina


Ozonoterapia è una terapia che utilizza una miscela di gas formata dal 97% di Ossigeno e 3% di ozono attraverso attrezzature medicali.

Gli effetti biologici dell'ozono sono molteplici

I meccanismi fondamentali:

Ossigenazione: l’ozono migliora la capacità del sangue di apportare ossigeno ai tessuti, determinando una riattivazione del microcircolo e dell'ossigenazione periferica;

Antiossidante: l’ozono stimola la riattivazione dei sistemi difensivi enzimatici antiossidanti dell'organismo, questo spiega la sua efficacia in tutte quelle patologie croniche in cui è coinvolto lo stress ossidativo;

Disinfezione: è un potentissimo agente antinfettivo verso batteri, funghi, virus, parassiti; Praticamente nessun microrganismo resiste all'azione dell'ozono.

Sono numerose le patologie che vengono trattate con l'ozono terapia.


Terapia di supporto nelle malattie oncologiche

Un efficace valido aiuto complementare alle terapie ufficiali, per esempio durante il trattamento di chemioterapia e radioterapia.

Riduce in maniera esponenziale gli effetti indesiderati e collaterali prodotti dal trattamento di chemioterapia.

In ambito oncologico è stato dimostrato che la carenza di ossigeno crea un ambiente acido, terreno fertile per il tumore, bloccando così le difese immunitarie. L'ozono aumenta le difese immunitarie aumentando ossigeno e creando un ambiente alcalino che blocca la crescita del tumore, permettendo una maggiore efficacia della radioterapia e/o della chemioterapia.

L'ozonoterapia può essere associata al protocollo ufficiale poiché potenzia gli effetti della chemioterapia e riduce gli effetti collaterali, tra cui la spossatezza, il dolore, la nausea e l'asteniache ne deriva e che può diventare essa stessa una patologia invalidante, ha quindi un’azione energizzante, tanto che è considerata “doping” per gli atleti professionisti.

L'ozono non induce fenomeni di adattamento o di assuefazione tipici delle terapie farmacologiche e quindi l'ozonoterapia è compatibile con qualunque altra terapia;

Altre condizioni di utilizzo della ozonoterapia:


-indicazioni ortopediche, dal dolore cervicale e lombare, nel trattamento di discopatie (lombosciatalgie) a sindromi del tunnel carpale, tendinopatie, patologie artrosiche degenerative (gonartrosi e coxartrosi) e comunque è una terapia che può ridurre il dolore ed i tempi di recupero da lesioni muscolari, come trauma distorsivo e contusivo anche in ambito sportivo;


-utile anche nel ridurre il rischio di complicanze dovute al diabete, l'ozono può correggere questo tipo di stress, attivando i sistemi immunitari e antiossidanti del corpo e riducendo l'infiammazione;efficace nel trattamento locale delle ulcere periferiche da insufficienza vascolare e nelle persone con ulcere del piede diabetico aiuta a chiudere la ferita e riduce le possibilità di infezione.

-malattie neuro-vascolari:


ozonoterapia utile in ambito vascolare, soprattutto con riferimento al cervello, efficacenell'immediato trattamento post infarto e post ictus. Dopo il trattamento con ossigeno-ozono è stato osservato un miglioramento delle facoltà cognitive, della coordinazione motoria, della deambulazione e delle condizioni psichiche generali ( Alzheimer, autismo);

l'ossigeno-ozono infatti può esercitare un'azione protettiva nei confronti del sistema nervoso, riattivare il microcircolo con un relativo aumento della concentrazione dell'emoglobina ossigenata, con incremento del metabolismo cerebrale insieme ad una maggiore ossigenazione dei neuroni e dei fasci nervosi.

Indicazioni sul sistema digerente:


valido utilizzo nella infiammazione del colon (colite);

la colite è un disturbo piuttosto diffuso, nei casi più severi può trasformarsi anche in forma cronica (colite ulcerosa, morbo di Crohn e la sindrome del colon irritabile);

queste forme di infiammazioni intestinali si manifestano con frequenti dolori addominale, con gonfiore addominale, flatulenza, associati ad alterazione dell’alvo, stitichezza o diarrea.

gastriti da Helicobacter pylori, un batterio che ha la capacità di proliferare nell'ambiente acido dello stomaco producendo infiammazioni ed erosioni della mucosa gastrica e spesso determinando l'insorgenza di ulcere e gastriti; l'uso quotidiano di acqua da bere iper-ozonizzata trova un largo impiego nella cura di numerose patologie gastriche ed intestinali.

Infezioni uro-genitale


L'ozonoterapia può essere utilizzata anche in questo distretto, le mucose genitali infatti sono altamente recettive all'uso dell'ozono e sintomi come:

infiammazioni vaginali, vaginiti, vulvo-vaginiti acute e croniche, uretriti, herpes genitale, cistite acute e croniche e vaginiti da candida, sono le patologie nelle quali l'ozono esercita un valido aiuto, eliminando: virus, batteri, funghi;

Le vie di somministrazioni sono diverse in base alla patologia da trattare e vanno dalla

Autoemo-reinfusione ozonizzata ad insufflazioni rettali, vaginali e uretrali, infiltrazione sottocutanea, intramuscolare, intra-articolare, intra-discale,

la miscela di ozono viene introdotta nelle rispettive zone attraverso dei piccoli cateteri;

via topica: si applica su mani, braccia piedi e gambe,

idropinica: il paziente beve regolarmente l’acqua ozonizzata.

L’unica via vietata è la via inalatoria (in quanto tossica) mentre la via più semplice , immediata e non traumatica è la via rettale, la miscela di ossigeno e ozono viene introdotta attraverso dei piccolo cateteri in maniera indolore.

L’ozono terapia negli ultimi 30 anni ha dimostrato di assicurare una buona ossigenazione e perfusione.

Per saperne di più o prenotare una visita …scrivendo su WhatsApp 340 8101809

218 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti